Cinema sul futuro al Cinelab Giuseppe Bertolucci

Da giovedì 24 a domenica 27 ottobre torna a Lecce il festival “Conversazioni sul futuro”, organizzato dall’associazione Diffondiamo Idee di Valore con il coordinamento di Gabriella Morelli, in collaborazione con numerosi partner pubblici e privati. Quattro giorni di incontri, proiezioni, presentazioni di libri, concerti disseminati in spazi pubblici, centri culturali, librerie, scuole della città per provare a raccontare con pluralità di linguaggi e di punti di vista il mondo contemporaneo e quello che verrà.

Il Cinelab Giuseppe Bertolucci del Cineporto di Lecce ospiterà, in collaborazione con Apulia Film Commission, una sezione interamente dedicata al cinema e al documentario. Si parte giovedì 24 ottobre alle 18:30 con il cortometraggio “Aria Prima” di Gaetano Mangia e Luca De Paolis. A seguire il conflitto tra progresso e danni ambientali e sociosanitari di “Vento di Soave“, documentario del regista leccese Corrado Punzi. Storie di ostinata ma contraddittoria opposizione a due giganti industriali di Brindisi (il petrolchimico Eni, alle porte della città, e la centrale a carbone Enel sul mare di Cerano). Alle 21Francesco Lotoro presenterà “Maestro” del francese Alexander Valenti. Il documentario racconta infatti la storia del pianista pugliese che da 20 anni si dedica ad una missione di portata universale: cercare, rintracciare, archiviare ed eseguire la musica composta nei campi di concentramento della Seconda Guerra Mondiale. Un viaggio nel tempo, per combattere l’oblio e conservare la memoria degli uomini e delle donne che con la loro musica hanno saputo opporsi all’annientamento. Venerdì 25 ottobre alle 18:30 il regista Ambrogio Crespi presenterà “Spes contra spem“, docufilm (comprodotto dall’associazione Nessuno Tocchi Caino) che attraverso le testimonianze di alcuni detenuti racconta come l’istituzione-carcere può rendere possibile il cambiamento e la ri-conversione di persone detenute in persone autenticamente libere. Alle 21 sullo schermo l’incredibile storia del film “Il venerabile W” di Barbet Schroeder. Il “Venerabile Wirathu” è un influente monaco buddista che in Birmania, attraverso la pubblicazione dei suoi scritti e la diffusione dei suoi discorsi, per quanto “sacro” rappresentante della più pacifica delle fedi, ha fomentato l’odio dei suoi seguaci nei confronti dei musulmani, spingendoli alla lotta armata e convincendoli che la loro religione fosse minacciata di estinzione. Sabato 26 ottobre alle 18:30 il calvario tra ospedali e tribunali di Paolo Scaroni, tifoso del Brescia vittima nel settembre 2005 di un pestaggio subito dagli agenti in tenuta antisommossa, raccontato da Francesco Corona nel film “Corpo a corpo“. Il protagonista sarà in sala con il regista, il giornalista Riccardo Cucchi, il portavoce e la responsabile delle campagne di Amnesty International Italia Riccardo Noury e Laura Renzi. Alle 21 il regista Luca Ragazzi presenterà Dicktatorship, firmato con Gustav Hofer, nel quale si cerca di scoprire come mai nella nostra società continui a girare tutto intorno al pene. La sezione cinema di Conversazioni sul futuro si chiuderà, domenica 27 alle 21 con Dolcissime di Francesco Ghiaccio che narra la storia di MariagraziaChiara e Letizia, tre amiche inseparabili costrette a fare i conti ogni giorno con gli odiati chili di troppo, tra sguardi di disapprovazione dei compagni e risatine nei corridoi della scuola. Ingresso libero. Info 3394313397 – info@conversazionisulfuturo.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...